The Walking Dead: ecco perché non ci sarà una cura

Spesso ci si chiede quando, in The Walking Dead, verrà inserita una spiegazione riguardo all’epidemia o si inizierà a cercare una cura.

È Robert Kirkman, autore della serie a fumetti da cui è tratta la serie tv, a dare una risposta.

Durante il panel al Comic Con di San Diego dedicato a The Walking Dead l’autore ha infatti dichiarato:

“Quando ci chiedono di una cura, non vogliamo dare una risposta definitiva perché non vogliamo rivelare niente. Ma le risposte sono ‘no’ e ‘no’”.

Subito dopo spiega il perché:

“Primo: è stato fatto in molte altre storie di zombie. Secondo: va ad infrangere la mitologia. Non volete avere un personaggio che sia immune all’epidemia. Ci siamo cimentati un po’ su questo concetto in Fear The Walking Dead. Una delle cose migliori della serie è non avere scienziati o personaggi che hanno l’incarico di risolvere la situazione. Credo che non sarebbe identificabile per il pubblico. Se ci fosse un’apocalisse zombie, non so quante persone in questa stanza potrebbero avere un incarico del genere, forse neanche cinque”.

“Cercare di risolvere la situazione renderebbe la serie noiosa. Non lo faremo”.

La serie tv tornerà dal 22 Ottobre su AMC.

Cosa ne pensate?


Fonte: MangaForever

Michele Olocco

Michele Olocco

Diciassettenne che, appassionatosi in fretta alla quasi totalità del mondo nerd, con un particolare interesse verso Tolkien, si appresta a condividere la sua passione collaborando con Radio Brea.
Michele Olocco

Michele Olocco

Diciassettenne che, appassionatosi in fretta alla quasi totalità del mondo nerd, con un particolare interesse verso Tolkien, si appresta a condividere la sua passione collaborando con Radio Brea.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: